• unobravoteam

AAA Cambiamento Cercasi! 5 segnali che è ora di cambiare qualcosa

Aggiornato il: 11 dic 2019


Quante volte ci è capitato di sentirci insoddisfatti, pentiti delle scelte fatte, delusi dalle persone che ci circondano e, più in generale, dispiaciuti per la piega che sta prendendo la nostra vita?

Attraversare momenti di sconforto è del tutto normale. Succede a tutti di trovarsi a gestire situazioni stressanti e dolorose sul piano emotivo. Questi periodi sono, di solito, assolutamente transitori e tendono a risolversi naturalmente con l’arrivo di qualche novità che ci fa vedere tutto sotto una luce diversa, più positiva e rassicurante.


Ma se il momento durasse più del necessario? Ecco 5 segnali che ci aiutano a capire che dobbiamo prendere in mano la situazione!


1. Avverti un senso di inquietudine di fondo: se le tue giornate non passano mai, se cammini per strada, tra i corridoi dell’ufficio, tra le stanze di casa provando un senso di angoscia costante, come se ci fosse sempre una minaccia dietro l’angolo, allora è giunto il momento di chiedersi cosa c’è che non va e di provare a cambiare qualcosa.


2. Fai le tue scelte in base a criteri che non sono i tuoi: se quando devi prendere una decisione pensi a cosa renderebbe felice questa o quella persona o cosa la farebbe arrabbiare, se invece di ascoltare i tuoi bisogni più profondi ti orienti sulla base delle aspettative e del giudizio che gli altri potrebbero avere su di te, è necessario che inizi a chiederti cosa vuoi davvero.


3. Tutto ti sembra privo di senso: se le tue attività quotidiane ti sembrano solo un dovere, se le tue passioni sono solo un lontano ricordo, se è da tempo che non provi la sensazione di essere esattamente dove vorresti, è tempo di ritrovare il lato creativo, curioso e appassionato che hai trascurato così a lungo.


4. Ti senti in trappola: se pensi di non avere via d’uscita, che ormai non hai più l’età giusta, che hai perso il momento, che nulla potrà mai più ridarti il tempo sprecato, che ogni tuo tentativo sarà inutile, significa che è arrivato il momento di darti, finalmente, un’occasione per vedere se ti stai sbagliando.


5. Ti chiedi sempre: “cosa sarebbe successo se…”: se i rimpianti ti tormentano, se ogni episodio ti ricorda quella volta che "avresti potuto" ma che poi non hai mai, se ogni treno passato ti sembra quello che ti avrebbe condotto in un luogo migliore di quello in cui ti trovi, allora è decisamente giunta l’ora di iniziare a chiederti dove e con chi vorresti essere davvero.


Cambiare fa paura, ma trasformare non significa necessariamente rinnegare o distruggere. Ciò che siamo adesso è esattamente ciò che ci siamo potuti consentire alla luce della nostra storia e delle nostre esperienze di vita. Cambiare noi stessi e il modo in cui guardiamo il mondo produrrà effetti nuovi su tutto ciò che ci circonda. Prendere contatto con i nostri desideri più autentici, con il nostro sentire più profondo, renderà la nostra vita finalmente più simile a chi siamo davvero.


Come dice Snoopy: “Non siamo alberi, se non ci piace dove siamo possiamo spostarci!”


Dott.ssa Valeria Fiorenza Perris

Membro del team di Unobravo

Psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale

https://www.unobravo.net/valeria-perris-psicoterapeuta