• unobravoteam

E tu sai ascoltare?

Aggiornato il: 19 nov 2019



"Niente più irritante di uno che continua a parlare mentre lo stai interrompendo"

Anonimo


Quante volte con la tua partner, in un gruppo di amici, a lavoro ti sei sentito incompreso?

E quante volte ogni giorno fraintendiamo le reali intenzioni di ciò che ci viene detto?


Allenare la nostra capacità di ascolto può portare vantaggi in numerose situazioni quotidiane. Pensiamo a un qualsiasi contesto di lavoro: chi è capace di ascoltare i colleghi e chiarire i malintesi riesce a risolvere più efficacemente situazioni di conflitto, ottiene dagli altri un sincero rispetto e accresce la stima di sé stesso e negli altri. Chi invece non riesce ad ascoltare e non chiarisce i malintesi, può portarsi dentro malessere anche per mesi, anni e vivere così una costante situazione negativa sul lavoro e può anche portare successivamente a litigi e conflitti molto più accentuati.


Spesso le persone ci trattano come noi le trattiamo. Chi critica e giudica viene a sua volta criticato, chi si mostra comprensivo, cordiale e rispettoso sarà ripagato con la stessa moneta.


Sappiamo davvero ascoltare?

Ecco alcune domande utili per un'auto-analisi della nostra capacità di ascolto:


  1. Quando qualcuno ti dice qualcosa sulla quale non sei d'accordo o che non ti interessa smetti di ascoltare?

  2. Quando presumi di indovinare cosa stanno per dirti smetti di ascoltare?

  3. Ti preoccupi di chiedere il significato delle parole che non conosci?

  4. Pensi a come ribattere mentre ti stanno ancora parlando?

  5. Guardi negli occhi chi sta parlando con te?


Cosa influisce sulla nostra capacità di ascolto?

Numerosi sono i messaggi che in passato possono averci fatto apprendere un modo di comunicare che non favorisce l'ascolto. Ecco alcuni esempi: "tu non devi discutere con me", " tu non sai cosa stai dicendo", " i bambini si devono vedere ma non sentire", "sei troppo giovane per capire", "parla solo quando sei interrogato". Qualcuno di questi messaggi ti è familiare?





Ecco alcuni suggerimenti per un ascolto efficace:

  • Evita ogni atteggiamento critico o giudizio;

  • Mostra un sincero interesse per quello che dice l'altro;

  • Non fare obiezioni fino a quando non sei sicuro di essere attentamente ascoltato;

  • Chiediti sempre: in ciò che mi sta dicendo c'è qualcosa che può essermi utile?;

  • Non cercare di risolvere i problemi di chi parla, le persone si sentono più sicure di sé stesse quando riescono a risolvere da sole i propri problemi.




Dott.ssa Emma Lerro

Membro del team di unobravo

Psicologa specializzanda psicoterapeuta cognitivo-comportamentale

www.unobravo.net/emma-lerro-psicologa