• unobravoteam

Paura del giudizio altrui: 5 interrogativi

Aggiornato il: 12 nov 2019



1) Sarò all'altezza della situazione?

2) Cosa penseranno gli altri di me?

3) Deluderò qualcuno con il mio comportamento?

4) Cosa gli altri si aspettano che io faccia?

5) Se sbaglierò avranno ancora stima di me?


La dipendenza emotiva, deriva, tra i vari fattori che incidono, anche dalla paura del giudizio degli altri, una paura che molto spesso può portare la persona alla rinuncia dell’espressione di sé stesso, di ciò che desidera e di ciò che pensa. Questa paura è spesso legata alla mancanza di fiducia delle nostre capacità e alla mancanza di autostima.


La struttura di personalità e, in particolare, i "modelli operativi interni" (ovvero, il modo con cui ci interfacciamo con il mondo partendo dalle nostre credenze di base sul mondo stesso, sulle persone e su ciò che è giusto o sbagliato) si costruiscono a partire da ciò che Bowlby chiama "legame di attaccamento". Il primo legame di attaccamento, ovvero quello con un genitore, un caregiver, porta alla formazione di uno dei diversi stili di attaccamento, che possiamo dividere in due macro-categorie "sicuro" e "insicuro". Lo stile di attaccamento che si viene a creare, secondo Bowlby e successivamente dimostrato da numerosi studi, andrà ad influenzare le future relazioni significative, i nostri pensieri e il nostro comportamento per tutta la vita.


Uno stile di attaccamento di tipo insicuro può portare l’individuo a sentirsi poco auto-efficace, percepire una bassa autostima e strutturare una personalità di tipo dipendente. E’ frequente, in questo caso, sviluppare delle false credenze, come pensare che il nostro valore dipenda da ciò che gli altri pensano di noi; di conseguenza siamo portati erroneamente a pensare di valere qualcosa solo se ciò che facciamo viene riconosciuto dagli altri e questo può portarci a compiere delle scelte che in realtà non avremmo voluto fare e quindi ritrovarci in una situazione di eterna insoddisfazione e talvolta anche sofferenza, da cui non riusciamo ad uscire per paura di deludere gli altri, dando vita ad un circolo vizioso che non riusciamo a rompere da soli.


E tu? Hai paura del giudizio altrui?




Dott.ssa Corena Pezzella

Membro del team di unobravo

Psicologa spec. psicoterapeuta cognitivo-comportamentale

https://www.unobravo.net/corena-pezzella-psicologa