• unobravoteam

Quarantena non ti temo: 5 vantaggi dello smart working

Aggiornato il: mar 25


Ebbene sì. Da ormai diversi giorni tutta l’Italia è in quarantena da Coronavirus e molti lavoratori sono in smart working. Questo significa che ognuno di noi dovrà evitare di lasciare la propria casa e il proprio comune di appartenenza salvo palesi necessità. Il lavoro è certamente tra queste.


Per prevenire il contagio molte aziende stanno dando o hanno dato ai propri dipendenti la possibilità di lavorare da remoto, utilizzando smartphone, tablet e pc.

Questa, che per alcuni è una novità assoluta, in realtà è una modalità molto utilizzata soprattutto all’estero. Secondo uno studio di Eurofound e dell'Organizzazione Mondiale del Lavoro, nel nostro paese circa il 3% dei lavoratori usufruisce in modo stabile dello smart working, o lavoro agile. Nel resto d’Europa e del Mondo, invece, la percentuale sale fino al 40%. Molti studi hanno evidenziato, infatti, quanto il rendimento di chi lavora da casa tenda ad aumentare notevolmente.



Come mai lo smart working per molti è una prospettiva allettante?


Ecco 5 vantaggi dello smart working:


1. Niente vincoli orari e spaziali: Dite addio alla sveglia che vi tira giù dal letto alle 6.30 del mattino o alla scomoda scrivania dell’ufficio! Lavorare da casa significa non avere orari e poter stare comodamente stesi sul divano. Sembra un sogno? Ma è proprio così! Lo smart working è un sistema che si basa sul raggiungimento di obiettivi. Questo significa che il lavoratore sa cosa deve fare e entro quando, ed è libero di organizzare la propria giornata lavorativa come ritiene opportuno, a patto che raggiunga i traguardi previsti.


2. Più tempo in famiglia e con gli amici: lavorare da casa significa poter dedicare più tempo al proprio partner, ai figli, agli amici o ai genitori anziani. Conciliare la vita professionale con quella personale è spesso un compito molto duro. Dover stare tanto tempo fuori casa significa “perdersi” molto delle persone che amiamo. Poter essere presente, poter prendersi cura di chi conta per noi, non rinunciando alla nostra realizzazione lavorativa e alla possibilità di provvedere all'economia familiare, è davvero impagabile.


3. Meno stress: immaginate per un attimo se quella sensazione fastidiosa che provate quando siete nel traffico dopo l’ufficio per tornare a casa, quando non trovate parcheggio, quando il bus non si vede all’orizzonte o quando vi accorgete di essere in ritardo al mattino, sparisse di colpo. Sembra un’utopia? Invece si può fare, con lo smart working! Gran parte dello stress che dobbiamo affrontare nella quotidianità, legato a questioni organizzative, agli spostamenti o alla gestione frettolosa del proprio tempo, sarebbe solo un lontano ricordo. A questo vantaggio si aggiunge anche il meraviglioso impatto positivo sull'ambiente!


4. Sicuro risparmio: a parità di stipendio, il lavoro da casa comporta una drastica riduzione delle spese. Diciamo addio ai costi per raggiungere il posto di lavoro, con mezzi propri o con il trasporto pubblico, a quelli per pranzare fuori casa o per assumere persone che si occupino al nostro posto di cose per cui non abbiamo tempo. Lavorare da casa, insomma, ci aiuta ad avere più risorse economiche da investire in ciò che più ci piace.


5. Più tempo per te: l’abbassamento dei livelli di stress, il senso di autoefficacia generato dalla possibilità di gestire il lavoro in autonomia, la flessibilità oraria, ci consentirà di dedicarci con più tranquillità alle nostre passioni, ritagliandoci spazi in cui coltivare interessi e per occuparci di noi stessi. Dal mangiare sano alla lettura, dallo shopping alla cura del corpo, dalla musica all’arte. Niente di tutto ciò sarà più un’attività alla quale dedicare soltanto 10 minuti quando ormai ci apprestiamo ad andare a dormire.



Lo smart working rappresenta, dunque, un’opportunità incredibile per spezzare la routine e per vivere una vita che ci sembri meno faticosa. Proprio per non perdere di vista le potenzialità di questa modalità, è importante che chi sceglie il lavoro agile non finisca per alienarsi, ottenendo l’effetto contrario rispetto a quello per cui è stato pensato. Continuare a coltivare interessi fuori dalle mura domestiche è quantomai importante per il benessere psicologico di ciascuno di noi!



Dott.ssa Valeria Fiorenza Perris

Membro del team di Unobravo

Psicologa Psicoterapeuta sistemico-relazionale

https://www.unobravo.net/valeria-perris-psicoterapeuta